venerdì 28 ottobre 2011

2 eventi da non perdere.


31 ottobre e 1 novembre: due eventi "in ponte" da non perdere:

1) MANIFESTAZIONE IN DIFESA DE IL GIORNALE DELLA TOSCANA

Lunedì 31 alle 18:00 i ragazzi di Azione Universitaria hanno lanciato una maratona oratoria per sostenere Il Giornale della Toscana.
Come saprete il quotidiano locale più vicino alle nostre idee rischia  la chiusura in seguito al sequestro da parte della Procura di tutto  ciò che permette al Giornale di uscire nelle edicole.
Senza entrare nel merito dell'inchiesta, credo che la Verità si debba  accertare senza dover forzatamente spingere alla chiusura un giornale  di opposizione politica in Toscana e senza far perdere il posto di
lavoro a decine di validi professionisti prima che un Giudice abbia  emesso una qualsiasi sentenza.
L'appuntamento sara' aperto a tutti i politici di ogni schieramento, i  giornalisti di ogni redazione e i cittadini di ogni orientameno  culturale purché abbiano a cuore il pluralismo e la Libertà di  Informazione. Chiunque potrà prendere la parola per difendere  l'esistenza de Il Giornale della Toscana e chi ci lavora.
L'appuntamento è previsto a partire dalle ore 18 in via Cittadella  davanti la redazione de Il Giornale della Toscana.
Sarò presente come privato cittadino. Avrei fatto lo stesso se si  fosse trovata in una situazione analoga una redazione di orientamento politico diverso. Lunedì difenderò la mia Libertà, non la mia idea politica.
Spero di incontrarti.

2) TORNA A FIRENZE IL MILITE IGNOTO

La mattina del primo novembre farà tappa a Firenze "Il viaggio dell'eroe", la mostra itinerante allestita a bordo dello speciale  treno di Ferrovie dello Stato nell'ambito delle iniziative per la  rievocazione del  90esimo anniversario del viaggio che porto' la salma  del Milite Ignoto da Aquileia a Roma, avvenuto nel 1921.

Io mi presenterò con un tricolore sulle spalle.

L'iniziativa, che s'inserisce nelle celebrazioni per il 150esimo anniversario dell'Unita' d'Italia, e' stata presentata oggi alla  stazione Termini dal ministro della Difesa Ignazio La Russa, insieme  al sindaco di Roma Gianni Alemanno e all'amministratore delegato delle  Ferrovie dello Stato Mauro Moretti. Lo speciale convoglio, con una  carrozza "scoperta" ornata in ricordo dello storico viaggio,  attraversera' l'Italia partendo dal Friuli Venezia Giulia e fara'  tappa in 15 citta', prima di tornare nella capitale il 2 novembre dove
sara' accolto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Si tratta di una rievocazione storica dell'originale viaggio che fu  svolto per onorare tutti i militari caduti e in particolare quelli le  cui spoglie non erano state recuperate, in quello che fu uno dei  momenti massimi dell'identita' nazionale. Il Milite Ignoto fu scelto  tra undici militari caduti durante la Prima guerra mondiale e non  identificati, che vennero portati ad Aquileia dove la madre di un  soldato scomparso fu chiamata a scegliere. Dopo il viaggio in treno,  accompagnato a ogni tappa dal saluto di migliaia di persone, la sua
salma arrivo' a Roma il 2 novembre 1921 per essere tumulata due giorni  dopo al Vittoriano; tale monumento ebbe quindi una nuova riconsacrazione e davvero divenne l’Altare della Patria.

Per approfondimenti storici consiglio:
http://www.difesa.it/Ministro/Uffici_diretta_collaborazione/UfficioCerimoniale/Vittoriano/Pagine/Il_viaggio_del_Milite_Ignoto.aspx