giovedì 31 gennaio 2013

Ispezione governativa al Forteto per salvare lavoratori da schiavismo

Dopo un dibattito particolarmente animato in commissione ho ottenuto dal Consiglio Regionale la richiesta al Governo di una ispezione urgente alla Cooperativa Il Forteto per verificare gli interventi necessari per salvare i lavoratori dal violento schiavismo e al tempo stesso tutelare la realtà economica con il suo indotto. Avevo proposto, insieme a Paolo Marcheschi,  una mozione in cui si chiedeva al governo il commissariato urgente, ma la maggioranza aveva ipotizzato un lungo periodo di approfondimento con anche numerose audizioni: purtroppo le condizioni disumane di sfruttamento lavorativo e di sottomissione psicologica di cui siamo venuti a conoscenza non ci permettono di perdere un solo secondo. Ben venga quindi la mediazione raggiunta: io ho ritirato la mia mozione e tutti insieme abbiamo chiesto l'ispezione immediata del Governo.



Il Forteto non è solo il luogo degli atroci abusi su minori e disabili. Dai lavori della commissione regionale d'inchiesta è emerso chiaramente però che il prestigio economico della ricca realtà produttiva è conseguenza di sfruttamento lavorativo e di violazione di elementari diritti umani. Dai verbali della commissione emerge che nella cooperativa vengono sistematicamente calpestate le più elementari
norme a tutela del lavoro, dei diritti umani e delle norme fiscali: bambini costretti a lavorare la notte prima di andare a scuola, lavoratori chiusi per punizione nelle celle frigorifere, donne in gravidanza costrette a lavorare, uomini sani e portatori di handicap a lavoro 365 giorni l'anno senza ferie compreso Natale o ferragosto, stipendi mai visti, finti periodi di sospensione dal lavoro per incassare contributi statali, nessun orario e nessuno straordinario riconosciuto economicamente. Il tutto accompagnato da sommari processi popolari serali, abusi fisici e psicologici. Di fatto è un luogo di schiavismo.
Il Governo con l'ispezione non potrà fare altro che commissariare come prevede la normativa: è l'unica soluzione che permette di tutelare i lavoratori e non perdere la realtà economica.
Incredibile in tutto questo il completo silenzio in questi anni dei sindacati, perchè non si sono accorti di niente? Ci interroghiamo anche sul ruolo di controllo svolto dalle centrali di cooperative a
cui è affiliato Il Forteto