sabato 4 maggio 2013

"D'Angelis in piazza ridicolo. Porti uno specchio non uno striscione"

"Il neo-sottosegretario ai trasporti D'Angelis è in piazza x chiedere una mobilità nuova. Spero che non porti uno striscione ma uno specchio: dovrà farsi delle richieste e darsi delle risposte. Marzullo ha fatto scuola." Ho scritto su Facebook quando ho saputo che  il primo atto del componente fiorentino del Governo Letta sarà quello di scendere in piazza oggi pomeriggio a Milano per il corteo della Rete per una Mobilita' Nuova - oltre 150 sigle nazionali tra cui Legambiente, Libera Slow Food, Tci, Coldiretti, Aiab, Cittadinanzattiva, Mdc, Intersos, Uisp.
D'angelis prima ancora di aprire un cassetto al Ministero o di incontrare i propri dirigenti o di scrivere un solo atto di Governo scende in Piazza per chiedere alla politica di cambiare filosofia di mobilità. E' ridicolo. Invece di scendere in piazza, inizi ad adoperarsi per dare delle risposte, visto che ora è lui il responsabile delle politiche di mobilità in Italia. La politica non può essere sempre e solo teatrino del surreale