mercoledì 26 giugno 2013

Forteto: la Regione continuerà a finanziare gli orchi che schiavizzano i bambini

Sono sconfortato dalla risposta fornita in Aula alla nostra interrogazione sui 3 progetti al Forteto finanziati con fondi pubblici. Ceccarelli a nome della Giunta ha rivendicato la correttezza del finanziamento e confermato che proseguiranno anche in futuro.
La graduatoria dei finanziamenti è stata pubblicata sul BURT quando la Regione era ormai venuta in possesso, tramite i lavori della commissione di inchiesta, di informazioni ben precise anche di violazioni di norme sul lavoro al Forteto: lavoratori che non ricevevano stipendio, ragazzi costretti a fingere di interrompere il rapporto di lavoro continuando in realtà a lavorare, bambini costretti a lavorare la mattina prima di andare a scuola e punizioni corporali afflitte in base ai gusti sessuali.

La regione mentre finanziava il Forteto era a conoscenza di questi orrori e non si è fermata.C'è una forte grave carenza di responsabilità politica. In altre occasioni, per sistemare altri interessi, la Regione ha annullato i bandi. All'ASL di Siena si è interrotto il bando per il dirigente amministrativo per poi affidare direttamente l'incarico al Dott. Tommaso Grazioso che ora è sotto processo, anche la gara per il parcheggio dell'ospedale di Torregalli è stata annullata dopo che era stato proclamato il vincitore. Nel caso del Forteto però la Regione si è nascosta dietro al fatto che il bando era a norma. Verificheremo con attenzione, vedremo se la Regione affidando questi finanziamenti al Forteto ha infranto o rispettato le regole, ma sicuramente ha infranto le regole del buon senso, della buona politica e della buona amministrazione. Dalla risposta fornita oggi da Ceccarelli devo dedurre che se domani Il Forteto parteciperà ad altri bandi continueremo a finanziare gli orchi che schiavizzano i bambini.