martedì 25 giugno 2013

La guerra delle parole

Erano anni che passando di qui non mi soffermavo davanti a questa lapide. Qui fu ucciso dalle BR Lando Conti, Sindaco di Firenze. Per anni il Comune aveva posto una lapide in cui genericamente si parlava di "Mano terrorista". Dopo un acceso dibattito in commissione toponomastica riuscimmo con una mia mozione ad approvare una modifica della incisione. Firenze ha così chiamato gli assassini con il proprio nome e cognome di "Brigate Rosse". La subdola guerra delle parole troppe volte ha umiliato la verità, questa volta non c'è riuscita.