venerdì 19 luglio 2013

Fratelli d'Italia contraria alle larghe intese a livello nazionale,figuriamoci in Toscana

Noi di Fratelli d'Italia siamo contrari alle larghe intese a livello nazionale, figuriamoci in Toscana.
Il Gruppo regionale del PDL smentisca le parole di Matteoli su una disponibilità ad entrare in maggioranza in Regione oppure si interromperà qualsiasi rapporto di collaborazione.


Sono schiettamente e nettamente all'opposizione del sistema Coop-PD-MPS-buchi ASL che tramite Martini e Rossi ha soffocato l'economia toscana e strangolato le piccole-medie imprese, drogando grandi aziende sindacalizzate tramite FIDI toscana (richiamata anche da Banca d'Italia) e producendo oggi drammi occupazionali; umiliato i diritti umani in nome di profitti ideologizzati al Forteto; lucrato con poca trasparenza su servizi tramite la vicenda ESPRIT; truccato i conti nelle ASL sulla pelle dei malati; moltiplicato la burocrazia per sistemare gli amici degli amici; calpestato i territori per aiutare aziende di partito come a Castelfranco con il pirogassificatore; piegato gli interessi del popolo toscano alle battaglie interne di partito tra Renzi e Rossi. Se il PDL vuole sostenerli si accomodi, noi continueremo a batterci strenuamente contro questo sistema e chi lo sostiene.
Ribadiamo, con la massima chiarezza, che se si potrà votare per punti il PIT noi di Fratelli d'Italia daremo il nostro ok all'aeroporto, ma non al piano nel suo complesso.
Se i nostri voti sull'aeroporto fossero determinanti, un minuto dopo Rossi dovrebbe dimettersi. A noi non interessa prolungare la legislatura a tutti i costi, pur di mandare a casa Rossi siamo pronti ad andare a casa anche noi. Altro che larghe intese
!