giovedì 22 agosto 2013

Pessimo gusto e sbagliato inserire Chelazzi tra PM rossi anti CAV

Il Giornale oggi- riprendendo un articolo di Panorama- pubblica elenco con foto dei PM rossi anti Cav e inserisce tra questi Gabriele Chelazzi. È una scelta di pessimo gusto e sbagliata.
Di pessimo gusto perché Chelazzi è morto da 10 anni. Sbagliata perché Chelazzi è stato un validissimo PM anti mafia e molto scrupoloso e garantista proprio con Silvio Berlusconi.
Ricordo a Il Giornale che quando alcuni pentiti andarono da lui per accusare Berlusconi e Dell'Utri come mandanti delle stragi di mafia tenne riservata la notizia, aprì inchiesta su "Autore 1 e Autore 2" senza mai svelarne i nomi, cercò prove a conferma delle parole ricevute e non trovandole lui stesso chiese l'archiviazione di Autore 1 e Autore2. Finché è vissuto non ha mai accusato Berlusconi nonostante i pentiti gli avessero detto che era il mandante delle stragi.
Credo che fare crociate sommarie contro i magistrati, mescolando cialtroni con servitori dello Stato e commettendo errori così grossolani non aiuti nè l'Italia nè Berlusconi.