venerdì 27 febbraio 2015

FdI: “Assurdo che Simonetti ora insegni le leggi anticorruzione”

FDI: "ASSURDO CHE SIMONETTI ORA INSEGNI LE LEGGI ANTICORRUZIONE A PRATO"
Donzelli: "Con che faccia l'Asl di Pistoia affida lezioni (pagate) sulla normativa
a chi è stato condannato ed è oltretutto ancora indagato per abuso d'ufficio?"

Prato, 28 febbraio 2015

"Assurdo che un ex dirigente appena condannato dalla Corte dei Conti ed attualmente indagato dalla Procura per abuso d'ufficio venga chiamato a tenere lezioni, ovviamente pagate con soldi pubblici, sulla normativa anticorruzione. Qualcuno alla Asl di Prato deve aver perso il contatto con la realtà". E' con queste parole che il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia e candidato governatore Giovanni Donzelli commenta, insieme ai consiglieri Paolo Marcheschi e Marina Staccioli, la scelta dell'Asl 3 di Pistoia di affidare un corso anticorruzione per i dipendenti dell'Asl di Prato a Stefano Simonetti, finito al centro di un'indagine della Corte dei conti insieme all'ex dg Alessandro Scarafuggi. "Ci chiediamo che esempio possa dare il dirigente ai dipendenti dell'Asl – tuonano i consiglieri – e ci viene difficile credere che all'interno della Asl 3 non ci fossero altre personalità in grado di spiegare la normativa anticorruzione. Lo stesso Simonetti era stato condannato per aver affidato un incarico di collaborazione a contratto a un soggetto esterno: evidentemente, nonostante le conseguenze legali, in certi ambienti questa è una prassi dura a morire".

Ufficio stampa FdI
Marco Gemelli
338.5624777