venerdì 20 marzo 2015

Opg nel caos, ancora nessuna certezza a Montelupo.

All'Opg di Montelupo continuano a ripetersi episodi drammatici, ma a pochi giorni dalla chiusura della struttura la Regione ancora non ha chiarito dove intende aprire le residenze per l'esecuzione della misura di sicurezza sanitaria.

L'assessore Luigi Marroni ha ammesso di recente le difficoltà della Regione nell'individuare strutture Rems perché sono accolte malvolentieri sul territorio, però non è tollerabile che a dieci giorni dalla chiusura dell'Opg di Montelupo ci si preoccupi più di non scontentare gli elettori della zona che di trovare una nuova sistemazione per gli internati. Aver individuato i centri intermedi a Volterra, Badia San Salvatore e Arezzo è un primo passo ma non basta: se allontanamenti,aggressioni e danneggiamenti avvengono a Montelupo, figuriamoci cosa accadrà in seguito.