giovedì 26 marzo 2015

Latte artificiale gratuito alle mamme che non possono allattare.

Prevedere per le mamme che non possono allattare naturalmente, dietro attestazione medica e certificazione reddituale minima stabilita da criterio Isee, la distribuzione del latte materno gratuito.

E' la proposta contenuta in una mozione presentata in Consiglio regionale dal gruppo regionale di Fratelli d'Italia. I prezzi al pubblico del latte in polvere per lattanti, più che doppi rispetto ad altri paesi europei comportano, per l'alimentazione di un neonato di 1-3 mesi, un onere non inferiore a 120-140 euro mensili, è necessario che la Regione conceda la gratuità per garantire anche alle persone indigenti la possibilità di allattare. Pur essendo convinti sostenitori delle campagne di diffusione della cultura dell'allattamento materno, ci sono delle ragioni di forza maggiore come quella dell'agalattia che giustificano l'allattamento artificiale, come sottolineano l'Organizzazione mondiale della sanità e l'Unicef. Molte madri, però, non riescono a sostenere il costo del latte, alimento fondamentale per la sopravvivenza dei neonati, per questo chiediamo che la Regione le sostenga economicamente prevedendo la gratuità.