mercoledì 22 aprile 2015

Fiesole, Sant'Antonino: la Asl abbandona strutture di pregio mentre sperpera soldi pubblici.

Il degrado in cui versa l'ex ospedale di Sant'Antonino di Fiesole è l'ennesima dimostrazione della pessima gestione da parte dell'Asl dell'immane patrimonio immobiliare di cui è proprietaria. Mentre si sono lasciate in decadenza strutture come questa, si sono regalati milioni di euro per realizzare ed acquistare nuovi immobili, che magari adesso sono pure inutilizzati.  Il sindaco ci ha rassicurato sul fatto che sono in corso trattative con la Asl per il recupero dell'area e che la destinazione d'uso della struttura non cambierà. Ci auguriamo che l'ottimismo di Anna Ravoni sia giustificato, noi ci fidiamo poco delle promesse della Asl: dalla relazione della commissione d'inchiesta regionale sugli immobili Asl in quell'area non è più possibile realizzare una struttura sanitaria. In un modo o nell'altro quel che è certo è che la Asl per anni ha sperperato soldi pubblici con operazioni immobiliari vergognose e abbandonando strutture come queste, dal valore inestimabile che sorgono in zone bellissime.

>>>LE FOTO DEL SOPRALLUOGO AL LINK