mercoledì 29 aprile 2015

Prima gli italiani - più sicurezza - stop alla concorrenza sleale dei cinesi: ecco il resoconto della giornata con Giorgia Meloni!

Priorità agli italiani per le case popolari; lotta alla concorrenza sleale e all’evasione; sicurezza; difesa del lavoro e italianità delle grandi imprese; tutela del mondo rurale contro le tasse di Renzi: anche ieri siamo stati impegnati sul territorio, andando ad accendere i riflettori, insieme al nostro presidente Giorgia Meloni, su quei posti che rappresentano al meglio i problemi e la mala politica toscana.

E’ alle case popolari dell’Isolotto, per esempio, che gli effetti della gestione pessima delle graduatorie sui servizi si fanno sentire di più. Il bagno di folla e di affetto ricevuto ci conferma la necessità di porre l’attenzione su questo problema: lo facciamo da tempo, denunciando i soprusi che i nostri cittadini subiscono, vedendosi puntualmente scavalcati in graduatoria da ROM ed immigrati. Lo faremo ancora di più da ora in avanti, con proposte concrete tipo la nostra iniziativa “Prima gli Italiani”, che propone di dare priorità agli italiani nell’accesso a case popolari, asili e servizi, con non più del 20% di immigrati in graduatoria. +La Nazione Firenze 







Ci siamo spostati poi a Prato e Pistoia, dove la concorrenza sleale e l’evasione cinese continuano a mettere in ginocchio tutti quei piccoli imprenditori italiani che provano, nonostante tutto, ad andare avanti. Mentre, nel frattempo, le grandi imprese tipo l’Ansaldo finiscono in mani straniere, con preoccupazioni per la tutela dei posti di lavoro nel lungo periodo. Anche in questo caso la gestione di Rossi e del PD è stata fallimentare. Nelle nostre #12idee per la Toscana ci sono risposte chiare da questo punto di vista: stop al far west dei money transfert ed applicare le leggi antimafia, operando sequestri dei capannoni, anche per combattere la concorrenza sleale cinese. Dal +Il Tirreno 





Infine il toccante incontro con Gianmichele Gangale, rimasto tetraplegico dopo aver subito una rapina nella propria casa da parte di quattro albanesi. Non ha ricevuto nessun tipo di risarcimento o di agevolazione. La Regione è stata assente, e questa è un’altra vergogna che vogliamo cambiare: più sicurezza e più tutela per i nostri cittadini! +La Nazione Pistoia