lunedì 20 aprile 2015

Profughi: Manualetto Rossi è carta igienica.


Unica regola che servirebbe è: nessun nuovo arrivo in Toscana.
Dopo casi come quelli di Badia Prataglia, Le Piastre, Marliana, dove il numero degli immigrati inviati ha superato quello dei residenti del posto, dopo quello di San Miniato, dove i profughi hanno scioperato perché non venivano pagati, il manualetto in cinque punti di Enrico Rossi vuole prenderci in giro, è solo carta igienica. Il manuale che serve oggi dovrebbe avere un solo punto: nessun nuovo arrivo in Toscana. Il manualetto è ridicolo, sembra stilato da qualcuno che non ha governato negli ultimi anni, Rossi mette le mani avanti perché sa che in queste settimane arriveranno nella nostra regione tantissimi immigrati, con il rischio che fra questi ci siano quelli partiti dalla Libia spediti dai terroristi dell'Isis; i gruppi che vengono creati nei paesi che accolgono i profughi sono tutt'altro che piccoli, visto che ci sono strutture con centinaia di ospiti e che alcune di queste operazioni sono state bloccate solo dopo le nostre proteste. Inoltre è dimostrato dai casi sul territorio che le istituzioni non sono in grado di far rispettare il criterio di reciprocità nelle responsabilità sbandierato dalla Regione. Rossi e la sinistra provano a coprire la malagestione dei profughi fissando regole fasulle, non è fingendo di controllare che si gestisce un problema così serio per i territori.