sabato 18 aprile 2015

Sicurezza: dobbiamo dare alle forze dell'ordine gli strumenti necessari per difenderci!

Basta con agenti che fanno solo multe, dotiamoli di strumenti adeguati a difendere i cittadini: accorpiamo le polizie locali tagliando gli sprechi, usiamo i soldi che buttiamo per i rom. Creare subito uno specifico corpo di polizia regionale dotato di mezzi e strumenti adeguati, accorpando tutte le polizie locali: gli agenti sono da utilizzare per difendere la sicurezza dei cittadini e non come 'gabellieri' che fanno le multe ai cittadini. 

Le istituzioni latitano da anni ed e' l'ora che si sveglino: siamo in una situazione di grave emergenza sicurezza che va affrontata con decisione. Quando chiediamo di utilizzare i soldi pubblici per ‎garantire i servizi che pagano le tasse anziche' nei  'regali' che la Regione e i comuni continuano a fare a rom e immigrati, ecco di cosa parliamo: questo e' un esempi‎o. In piu', questa operazione, ‎comporterebbe un evidente risparmio grazie al taglio di decine di coordinamenti delle polizie locali, compresi i superstipendi dirigenziali: rimarrebbe una sola struttura di guida, che significherebbe anche maggiore efficienza ed operatività. Cittadini e commercianti sono esasperati da rapine, furti, minacce, oltre che disarmati di fronte al dilagare dell'abusivismo: non si sentono piu' tranquilli di lavorare e di poter vivere una vita serena. Gli episodi di ieri non sono che gli ultimi di una lunga serie che ormai da tempo ha generato paura.
E' una cosa che si puo' fare da domani  basta la volonta' politica‎ di realizzarla utilizzando gli agenti locali, che oggi per la tutela della sicurezza vengono mandati allo sbaraglio senza la strumentazione adeguata, per intervenire con prontezza sul territorio con armi e mezzi efficaci utili ad operare in autonomia e serenita'. Le istituzioni per troppo tempo hanno affrontato con sufficienza l'allarme criminalità e' giunta l'ora di agire in maniera drastica per contribuire in maniera concreta a risolvere il problema.