venerdì 29 maggio 2015

Rossi: Non vorremmo un governatore imputato

 Rossi finirà a giudizio? Alleanza Lega-Fdi unica chance di cambiamento, voto a Fratelli d'Italia garanzia di alternativa al Pd. In questa Regione è importante dare fiducia a Fratelli d'Italia, che con il lavoro di questi anni ha dimostrato di contrastare senza fare sconti lo strapotere del Partito democratico in Toscana e la sua gestione privatistica, iniqua, poco trasparente del potere, che ha aggravato i problemi dei cittadini perbene premiando l'illegalità, gli amici degli amici e lo sperpero di denaro pubblico.

Enrico Rossi si è dimostrato non solo inefficace come governatore, ma anche incapace di decidere perché in balìa di scelte subite dall'alto, noi non dimentichiamo che sul candidato del Pd pende ancora l'indagine sulla Asl di Massa: dopo la campagna di cinque anni fa, quando tutti sapevamo che Rossi sarebbe stato indagato e la Procura aspettò l'esito delle elezioni per inviare l'avviso di garanzia, oggi sappiamo che la Procura dovrà decidere sul rinvio a giudizio. Perché la Magistratura non ha sciolto il dubbio prima delle elezioni? Non vorremmo che la Toscana si ritrovasse un governatore imputato, o peggio ancora condannato. L'alleanza fra Lega e Fratelli d'Italia rappresenta l'unica vera occasione per mettere fine ai disastri del centrosinistra in Toscana un voto a Fratelli d'Italia, in particolare, è garanzia di alternativa al Partito democratico e al modo in cui ha gestito il potere, da parte di chi conosce la realtà del territorio e in questi anni ha fatto opposizione dura avanzando proposte chiare e serie sui temi della sanità, del lavoro, delle tasse, della sicurezza, dell'immigrazione, dell'emergenza abitativa, del commercio, delle politiche per il teritorio
.