lunedì 27 luglio 2015

Si approvi subito in Regione la Pdl1 contro mafia regionale

La Regione Lazio venerdì ha approvato unanimemente la legge sulla legalità che su appalti e finanziamenti alla politica, grazie a Storace e Righini, riprende la mia proposta di legge contro mafia regionale: chi finanzia i politici non può partecipare ai bandi regionali.
La Toscana non può essere meno trasparente del Lazio. Si discuta e si approvi subito la proposta di legge contro Mafia Regionale, sottoscritta in Regione da tutto il centrodestra.

Capiamo che sia difficile per la sinistra interrompere il legame tra cooperative e potere, ma non è più il momento dell'ambiguità.
Ad esempio aspettiamo ancora da Rossi chiarimenti sui suoi rapporti con la coop rossa CPL Concordia, sotto inchiesta per rapporti con camorra, che ha finanziato la campagna elettorale del 2010 del Governatore e risulterebbe poi affidataria di commesse sanitarie in Toscana.
La terza commissione ha assegnato solo questa proposta di legge; non capiamo cosa ci sia da attendere. Sia convocata la commissione in settimana per discutere e votare la legge contro mafia regionale.
Qualsiasi atteggiamento diverso dalla rapida approvazione della legge sarebbe visto dai toscani come un cedimento su legalità e trasparenza.