lunedì 6 luglio 2015

Terrorismo: "Appello ad accoglienza è atto criminale"

Qualche mese fa l'Isis diffuse un video di minaccia nel quale indicò anche la Torre di Pisa come uno degli obiettivi da colpire: ignorare o sottovalutare questi allarmi è un atteggiamento irresponsabile e criminale. L'unica soluzione era allora e resta quella che il governo non consenta lo sbarco di un solo clandestino in più.
Faccio i miei complimenti alle forze dell'ordine che, sempre più penalizzate dai tagli, ancora una volta sono riuscite a sventare un potenziale pericolo per i cittadini, arrestando a Pisa il giovane che istigava alla guerra santa.


Il problema però va affrontato alla radice, già alcuni mesi fa avevamo lanciato l'allarme sul pericolo per le persone e i monumenti della nostra regione: in questo quadro gli appelli per l'accoglienza del governatore Rossi e della presidente dell'Anci Biagiotti sono non solo fuori luogo ma anche pericolosi, perché è sempre più evidente che l'Isis controlla le coste della Libia e quindi coordina direttamente l'invio di terroristi nel nostro paese. Regione, comuni e prefetture fermino immediatamente gli arrivi che sottopongono i cittadini toscani ad un rischio incalcolabile; gli amministratori che perseverano nel perseguire scelte del genere se ne assumono tutte le responsabilità.