giovedì 29 ottobre 2015

Sanità: riunione d'oro nel resort dei Marcucci. E' un caso?

Il Ciocco, resort di lusso della Garfagnana dove si è svolto il ‘gioco motivazionale’ che ha visto coinvolti oltre cento dirigenti delle Asl toscane e costato ben 94mila euro ai contribuenti toscani, è di proprietà della famigla Marcucci. Nel Cda figura anche Andrea Marcucci, renzianissimo senatore del Pd: è un caso che la Regione abbia scelto proprio quel luogo per sprecare tutti quei soldi? 
Sulle motivazioni che hanno spinto alla selezione del luogo per ospitare l’incontro ho presentato un’interrogazione.
Siamo di fronte non solo ad un incredibile spreco, ma evidentemente anche ad un vero e proprio regalo al potente senatore del Partito democratico, un favoritismo realizzato utilizzando risorse pubbliche. 
Per questo ho chiesto di avere informazioni sulle modalità della scelta della struttura per effettuare la riunione, per verificare se ci sia stato un confronto fra preventivi, come richiederebbe un qualsiasi normale affidamento pubblico. 
Mentre i disabili protestano per i tagli alle risorse, i reparti degli ospedali chiudono, la gente è costretta a liste di un anno di attesa per banali esami di controllo, la Asl paga a caro prezzo la caccia al tesoro per motivare dirigenti con stipendi d’oro. 
E' un calcio alla decenza a cui la sinistra toscana ormai troppo spesso ricorre.





QUI DI SEGUITO IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE


OGGETTO: la scampagnata con soldi pubblici nel resort del Sen. Marcucci


- per far giocare 117 dirigenti delle ASL a una sorta di caccia al tesoro nei boschi il Servizio Sanitario Toscano ha speso quasi 94.000 euro.


- questa scampagnata formativa si è svolta al Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & SPA.


- la struttura ricettiva è del Sen. Marcucci e dei suoi familiari.



Interroga il Presidente della Regione per chiedere:


- come è stato scelto il resort in questione e se sono stati confrontati più preventivi per la


- perché è stato scelto proprio il resort del potente senatore Marcucci del Partito


- se non esistevano modi migliori per spendere in tema sanitario i denari pubblici.


Giovanni Donzelli