giovedì 19 novembre 2015

Sicurezza: scriviamo una legge con i cittadini su legittima difesa

Da oggi i cittadini si scrivono da soli le regole per avere maggiore sicurezza nelle loro città.
Abbiamo lanciato l'appello con Fratelli d'Italia per avanzare proposte su una nuova legge regionale per la sicurezza e la legittima difesa in Toscana.
Ormai da tempo i cittadini non si sentono più sicuri nelle loro città, crediamo sia giunta l'ora che la nostra Regione si doti di norme nuove e più adatte.
Parliamo di un tema molto sentito, sul quale è giusto che la gente si esprima, per questo chiediamo a tutti coloro che avranno da avanzare delle proposte di farlo attraverso Fratelli d'Italia.
Tutti i cittadini che lo vorranno potranno chiamare il numero di telefono 055.2387216 e collaborare al gruppo di lavoro che stiamo costituendo per scrivere la nuova legge sulla sicurezza.

A più riprese negli ultimi mesi abbiamo chiesto un rafforzamento dei poteri per le polizie municipali e l'accorpamento in un'unica polizia regionale che abbia i mezzi e gli strumenti per agire con efficacia e difendere adeguatamente i cittadini ma, nonostante i nostri appelli, la sinistra alla guida di questa regione ha fatto orecchie da mercante, ignorando gli allarmi che sono arrivati ogni giorno più forti con furti e rapine sempre più frequenti.
Il fatto che le istituzioni non tutelino a dovere i loro cittadini e le stesse forze dell'ordine è diventato ogni giorno più serio e non è più accettabile per chi chiede soltanto di poter vivere in tranquillità: chi subisce un furto in abitazione, o una rapina nella propria attività commerciale deve essere messo nelle condizioni di potersi difendere.

Da oggi noi siamo in campo per raccogliere idee e proposte per cercare di rafforzare in Toscana i corpi di sicurezza e offrire ai cittadini maggiori garanzie nella legittima difesa contro i malavitosi. Invitiamo tutti a farsi avanti e a collaborare con noi per una vita più sicura.