mercoledì 9 dicembre 2015

Siena: poliziotti malmenati da abusivi. La Toscana è un Far West

A casa nostra ormai legge non esiste più, se non quella del più incivile: occorre intervenire urgentemente per tutelare le forze dell'ordine che rischiano la pelle per far rispettare le regole. Bisogna consentire alla polizia di utilizzare gli strumenti adeguati per fermare l'arroganza degli abusivi. 
Lunedì scorso due poliziotti del commissariato di Chiusi (SI) sono stati aggrediti. Erano in servizio per dei controlli sui venditori di merce, sono stati aggrediti violentemente da un gruppo di abusivi che hanno preso dei pali sistemati in un giardino pubblico, utilizzandoli contro gli agenti: uno di loro ha riportato la frattura del malleolo e una prognosi di venti giorni; un altro è stato ferito ad una mano e ne avrà per 15 giorni. 
Oggi pomeriggio alle 18.00 presso il bar Golosia, in via Meucci 5 a Chiusi, incontrerò i poliziotti.
Esprimiamo la nostra più stretta vicinanza e solidarietà ai poliziotti aggrediti; casi come questo ci lasciano sbigottiti sulla sopraffazione in corso da parte di stranieri che non riconoscono e non rispettano le regole, con le istituzioni che lasciano le forze dell'ordine in balia degli eventi e di fatto tutelano l'illegalità. 
Questi fatti dimostrano che in Toscana e in Italia le leggi valgono solo per i cittadini perbene che pagano le tasse, mentre chiunque può arrivare nel nostro paese e comportarsi come se fosse il Far West. 
Occorre creare un corpo di polizia regionale che unisca le municipali con nuove dotazioni, maggiore formazione e compiti chiari a tutela dei cittadini e che possa lavorare fianco a fianco e aiutare le forze dell'ordine. Le istituzioni devono intervenire urgentemente per capovolgere questa situazione, episodi del genere non si devono più ripetere.