mercoledì 10 febbraio 2016

Giorno del Ricordo: il Treno della Memoria cambi nome e visiti le foibe

Ho presentato in Consiglio una mozione per chiedere che la Regione Toscana per il viaggio del Treno della Memoria, che ogni anno accompagna centinaia di studenti in visita nei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau, preveda anche una tappa a Basovizza (Trieste), luogo simbolo del ricordo dei martiri delle foibe, dove si trova il monumento agli italiani gettati nella foiba e trucidati dai partigiani jugoslavi. Si trasformi così il nome del 'Treno della Memoria' nel 'Treno della Memoria e del Ricordo.

In un giorno come quello di oggi è giusto rafforzare la convinzione che la memoria degli stermini debba essere condivisa. Per questo la Regione stabilisca che a partire dalla prossima edizione del Treno della Memoria ci sia una visita degli studenti anche al luogo in cui un ex pozzo minerario fu utilizzato nel maggio 1945 come foiba per l'occultamento di un numero imprecisato di cadaveri italiani e tedeschi militari e civili trucidati dall'esercito e dai partigiani titini. 
Prevedere un arricchimento didattico degli studenti è lo strumento migliore per condividere e custodire la memoria.

DI SEGUITO IL TESTO DELLA MOZIONE:


Firenze, 10/02/2016

Alla c.a del Presidente del Consiglio Regionale


SEDE

Mozione

(ai sensi dell’art.175 del regolamento interno)

OGGETTO: Treno della Memoria

PREMESSO CHE

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell'Olocausto, è stato così designato dalla risoluzione 60/7 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005, durante la 42ª riunione plenaria;

Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno e istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92 che è finalizzata a conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

CONSIDERATO CHE

Nell'ambito delle iniziative del Giorno della Memoria, dedicato al ricordo delle vittime dello sterminio nazista, la Regione Toscana promuove la partecipazione al “Treno della Memoria”, un viaggio di studio di cinque giorni ai campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau;

La Regione Toscana non risulta promuovere attività similari anche per il ricordo delle vittime degli esuli istriani, fiumani e dalmati;

La foiba di Basovizza è un inghiottitoio che si trova in località Basovizza, nel comune di Trieste, nella zona nord-est dell'altopiano del Carso dove furono gettati numerosi italiani trucidati dai partigiani jugoslavi, e che nel 1992 il presidente delle Repubblica Italiana Oscar Luigi Scalfaro ha dichiarato monumento nazionale;

Risulta importante superare storiche contrapposizioni che ancora oggi non permettono una responsabile presa d'atto della storia e impediscono la creazione di una memoria nazionale comune e condivisa;

Tutto ciò premesso,

SI IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE

Promuovere l’inserimento del Monumento Nazionale e della Foiba di Basovizza all’interno dell’itinerario del Treno della Memoria per la motivazione sopra riportata;

Rinominare l’iniziativa “Treno della Memoria” in “Treno della Memoria e del Ricordo”;

Il Consigliere
GIOVANNI DONZELLI