mercoledì 2 marzo 2016

Piagge: Nardella sgombera per finta, tre insediamenti in 100 metri

Oggi ho fatto un sopralluogo alle Piagge con i cittadini, che da anni protestano per la situazione di degrado in cui sono costretti a vivere.
Altro che sgombero: l'insediamento abusivo di via di Cocco, che l'amministrazione fiorentina aveva annunciato di aver smantellato il 19 gennaio scorso, è ancora lì.



Sono state abbattute le baracche ma le persone, tutte straniere, sono tornate a dormire in quella che è diventata una vera e propria discarica e latrina a cielo aperto: nessuno del Comune è passato a bonificare l'area, che rimane in mano a clandestini, spacciatori, prostituzione.
Il sindaco Nardella anziché annunciare gli sgomberi con il pallottoliere, agisca seriamente senza prendere in giro la gente, e soprattutto ascolti i cittadini di Quaracchi, Le Piagge, Brozzi e Peretola, che non ne possono davvero più.

Nonostante le continue segnalazioni al Comune, agli assessorati, agli uffici del sindaco, queste persone continuano a trovare le porte delle istituzioni chiuse.
E' semplicemente vergognoso lasciare la gente in balia dell'illegalità, per di più facendo finta di sgomberare un campo e poi creando di fatto una situazione anche peggiore della precedente, fra sporcizia, rischio sanitario e pericolo.




La gente ha paura, perché nella zona si verificano continuamente aggressioni per mano di rom e nordafricani: è diventato impossibile frequentare alcune strade di notte, come via di Cocco e via dell'Osteria.


Nel quartiere gli insediamenti continuano a nascere come funghi: resta irrisolto il problema dell'occupazione del 'Casone' di via dell'Osteria, dove c'è l'altro insediamento che l'amministrazione ha annunciato di aver sgomberato e dove stamani abbiamo trovato ancora delle persone accampate, così come è occupata da abusivi l'ex fabbrica Gover, altra discarica enorme nel cuore del quartiere 5.




Purtroppo non è la prima volta che l'amministrazione annuncia e poi non agisce adeguatamente, la sinistra del Pd continua a gradire le vetrine mediatiche e ad abbandonare le periferie.
Noi continueremo a denunciare lo schifo di chi abbandona i cittadini senza garantirgli il diritto a vivere serenamente.