mercoledì 2 marzo 2016

Presentato ordine del giorno sui mutui: la Toscana fermi regalo alle banche

La giunta regionale toscana intervenga sul governo per chiedere la revisione della bozza del decreto legislativo sull’attuazione della direttiva europea 2014/17, che introduce la possibilità per le banche di vendere le case dei cittadini che hanno acceso un mutuo e non abbiano pagato sette rate.
E' quanto ho chiesto in un ordine del giorno in Consiglio regionale che presenterò nelle prossime ore per contrastare quello che è il nuovo regalo di Renzi alle banche.

E' una norma semplicemente assurda che va ad assommarsi a tutti gli inchini europei dei governi Monti, Letta e Renzi. 
Se il decreto legislativo, attualmente all’esame della commissione Finanze, ottenesse l’ok dalle camere, migliaia di famiglie italiane, che a causa della crisi fanno i salti mortali per onorare il mutuo per l’acquisto della propria prima casa, potrebbero vedersi private dell’unico bene che hanno anche solo per aver pagato qualche rata in ritardo. 
Peccato che il debito con le banche non pagato dall'azienda dei Renzi sia stato invece ripianato con i soldi pubblici tramite Fidi Toscana.Come al solito Renzi è debole con gli arroganti e arrogante con i deboli".