venerdì 16 settembre 2016

San Rossore: Pd renda conto irregolarità bilanci

La giunta regionale metta al più presto a disposizione del Consiglio regionale i bilanci consuntivi 2012 e 2013 del parco San Rossore, comprensivi delle relative relazioni commissariali, trasmessi lo scorso febbraio e mai inviati all'assemblea toscana: vogliamo sapere perché la giunta non sia intervenuta immediatamente sulle irregolarità. Chi ha effettuato le nomine, Partito democratico in testa, deve assumersi la responsabilità di quanto è accaduto. 
E' quanto chiedo in una interrogazione a seguito delle pesanti dichiarazioni dell'ex presidente del parco Fabrizio Manfredi.

Il comportamento della Giunta sulla questione appare opaco, non si capisce infatti il perché dopo nove mesi dalla loro trasmissione gli atti non siano ancora arrivati al Consiglio, aspetto che assume una maggiore gravità se si considerano le accuse di utilizzo improprio delle risorse, di oneri colpevolmente mai incassati e di una carenza di controlli - sia nell’Ente sia da parte degli organi regionali competenti - messe nero su bianco dal commissario ad acta e rilanciate dall’ex presidente. 

Se poi, come riferito, le relazioni e i bilanci sono già all’attenzione della Corte dei Conti e della Procura della Repubblica, è ancor più doveroso che il Consiglio li esamini. Chi si è reso protagonista di comportamenti e azioni lesive dell’Ente, o si è comportato in maniera negligente, dovrà renderne conto, noi vigileremo affinché sia così.