mercoledì 11 gennaio 2017

Siena e Grosseto: disservizi alla centrale unica 118

La centrale unica del 118 di Siena e Grosseto sta presentando pesanti problemi per i cittadini. Il numero di telefono della guardia medica, che prima era il 118, è stato cambiato in un numero di rete fissa a pagamento ed è diverso per le province di Siena e di Grosseto.
I cittadini non sono stati informati adeguatamente dei nuovi numeri telefonici, causando gravi disagi specialmente per le persone più anziane. 
Sulla questione ho presentato un'interrogazione in Consiglio, chiedendo le cause dei problemi che si stanno verificando  e come mai è stata presa la decisione di introdurre questi numeri di telefono diversificati e quali mezzi per le informazioni sono stati messi in atto per comunicare agli utenti i cambiamenti e a partire da quale data.


QUI DI SEGUITO IL TESTO DELL'INTERROGAZIONE: 

Firenze, 11 gennaio 2017

Alla c.a. del Presidente del Consiglio Regionale

SEDE

Interrogazione a risposta scritta
(Ai sensi dell’art. 174 del regolamento interno)

Oggetto: disservizi centrale unica 118 Siena e Grosseto
Il sottoscritto consigliere
Considerato:
- che la creazione della centrale unica del 118 di Siena e Grosseto sta comportando gravi disagi per i cittadini;

- che il numero telefonico per la continuità assistenziale (guardia medica), che prima coincideva con il numero 118 per l’emergenza - urgenza, è stato modificato in un numero di rete fissa a pagamento, diversificato per le province di Siena e Grosseto;

- che la messa a disposizione senza dovute e adeguate informazioni di nuovi numeri telefonici per l’accesso al servizio di guardia medica ha causato difficoltà, complicazioni e seri inconvenienti agli utenti, soprattutto a quelli più anziani,

- che molti utenti hanno lamentato la non immediata reperibilità del medico e il conseguente allungamento dei tempi di attesa.

Visto:

- la disorganizzazione, l’improvvisazione e i rallentamenti generati da un cambiamento radicale delle regole sanitarie in un periodo di festività e durante il picco influenzale.

Interroga il Presidente della Regione per conoscere:

- le cause dei problemi che si stanno verificando e il senso delle decisioni assunte;

- quali iniziative informative sono state messe in campo per informare gli utenti e a partire da quale data.

- che cosa si intende fare per risolvere tali problematicità.

Consigliere Giovanni Donzelli