lunedì 20 febbraio 2017

Degrado: Osmannoro terra di nessuno occupata da cinesi, rom e africani

Questa mattina ho fatto un sopralluogo nella zona dell'Osmannoro con i capigruppo a Palazzo Vecchio di Forza Italia e Fratelli d'Italia Jacopo Cellai e Francesco Torselli, la capogruppo di Forza Italia al Comune di Sesto Maria Tauriello, il vice coordinatore provinciale di Forza Italia Paolo Gandola e il coordinatore di Forza Italia a Sesto Marco Allegrozzi
Una periferia in mano a sporcizia, degrado e illegalità: non si può abbandonare una zona e i loro abitanti in queste condizioni.
Nella zona di via Pratese all'Osmannoro, al confine fra i comuni di Firenze e Sesto Fiorentino, c'è una
vera e propria terra di nessuno occupata da cinesi, rom e africani. E' una vergogna che le istituzioni consentano tutto ciò e che lascino al loro destino i cittadini italiani che pagano le tasse e che sono costretti a subire problemi e gravi disagi quotidiani. 

La situazione in questa zona è sempre più esplosiva e peggiora ogni settimana: le leggi qui sembrano essere sospese, continuano a pullulare i capannoni, per lo più utilizzati da cinesi, in cui si lavora in barba a qualsiasi normativa del lavoro, igienica e di sicurezza.
Continua l'ormai quotidiano mercato abusivo in cui vengono venduti cibi di dubbia provenienza, senza alcun controllo, oggi abbiamo persino scovato una mensa abusiva solo per cinesi. E poi un edificio occupato da almeno 60 rom che vivono accampati in condizioni di pericolo per sé stessi e per gli abitanti della zona, che denunciano l'emergenza sicurezza e criminalità. 
Più volte abbiamo segnalato la situazione alle istituzioni, che però continuano ad ignorare questa periferia: qui il codice della strada,
così come la manutenzione di strade e marciapiedi e i servizi di igiene ambientali sembrano non esistere. 
Ecco i risultati delle politiche di tolleranza e delle porte aperte della sinistra, in una città metropolitana come Firenze non possono e non devono esserci cittadini di serie B.