lunedì 20 febbraio 2017

Tre agenti polfer aggrediti da immigrato a Pistoia

Solidarietà ai poliziotti aggrediti.
Ma davvero volete lasciare le nostre forze dell'ordine sotto organico, sotto pagate o con strumentazione inadeguata e al tempo stesso ospitare in Italia chi li aggredisce?
Che futuro può avere uno Stato così?

++ Tre agenti polfer aggrediti da straniero a Pistoia ++
 Sap, costretti a ricorrere a cure pronto soccorso 
 (ANSA) - PISTOIA, 20 FEB - Nel pomeriggio di oggi tre agenti della polfer di Pistoia, in servizio alla stazione ferroviaria della città toscana, sono stati costretti a ricorrere alle cure del pronto Soccorso perché aggrediti da un cittadino straniero nel corso di un controllo. Lo rende noto il sindacato di polizia Sap, aggiungendo che "tutto ciò evidenzia come gli agenti della specialità siano privi di adeguati strumenti di tutela atti ad affrontare questo genere di situazioni". "Da oggi - spiegano il segretario provinciale del Sap, Andrea Carobbi Corso e delegato Sap della polfer di Pistoia Davide Bartolotta - il personale delle volanti della questura è dotato di spray al peperoncino, ma secondo noi dovrebbero esserne dotati anche gli altri poliziotti che svolgono servizio su strada e, come in questo caso, nelle stazioni o sui treni. Siamo certi oggi lo avessero avuto in dotazione il bilancio dei feriti sarebbe stato più leggero". Sempre secondo quanto riferito dal Sap, altri poliziotti della questura di Pistoia sono dovuti intervenire in soccorso dei tre agenti della polfer rimasti feriti. "Speriamo che come in altre occasioni - conclude Carobbi Corso - i poliziotti non siano costretti anche a pagare il ticket sanitario per le prestazioni del pronto soccorso: sarebbe davvero una grande beffa". (ANSA).