mercoledì 22 marzo 2017

Basta immigrati e rom: centrosinistra a casa e tagliate ai lucchesi

Oggi a Lucca ho effettuato un sopralluogo via delle Tagliate insieme agli esponenti locali del partito. Secondo le informazioni fornite dalla Croce rossa che gestisce la struttura sono attualmente 218 le persone accolte nella tendopoli.
Se Fratelli d'Italia con tutto il centrodestra vincerà le prossime amministrative di Lucca, la tendopoli degli immigrati e il campo rom saranno smantellati e le Tagliate restituite ai lucchesi. Non è accettabile che in un quartiere di Lucca sia stato creato un vero e proprio ghetto, di cui l'amministrazione comunale è la prima responsabile.
Altro che sistema di accoglienza diffuso, la tendopoli delle Tagliate, unica presente in tutta la
Toscana, è stata trasformata in un centro di accoglienza stanziale: alcuni immigrati vivono qui da ben cinque mesi. Abbiamo potuto verificare il sovraffollamento e l'inadeguatezza di servizi igienici insufficienti e sporchi. Una situazione che si colloca in un contesto di emergenza assoluta nella provincia di Lucca: la Prefettura ha già stipulato per il 2017 convenzioni per l'accoglienza di oltre mille immigrati, per una cifra già stanziata di 13 milioni di euro. E siamo soltanto a marzo. Tutte senza l'obbligo di rendicontare le spese sostenute e il rischio quindi che questa montagna di soldi sia utilizzata per arricchire i soggetti privati, senza alcuna garanzia sulla trasparenza dei soldi pubblici erogati. Una possibilità che purtroppo la legge permette e che vogliamo eliminare con la battaglia che stiamo conducendo con la proposta di legge denominata 'Taglia-business' per obbligare questi soggetti a giustificare le spese sostenute.

Attimi di tensione al campo rom, ci siamo trovati di fronte a condizioni di sporcizia e pericolo
impressionanti, è intollerabile che la struttura sorga accanto ad impianti sportivi frequentati da giovani e che a viverci siano anche alcuni bambini costretti a giocare in mezzo a immondizia, carcasse di auto, in condizioni igieniche imbarazzanti. 
Un trionfo dell'illegalità tollerata a più riprese che questa città non merita. 
Lucca non può più accettare tutto ciò, finalmente è arrivata l'ora in cui i cittadini potranno mandare a casa i responsabili di averla resa così invivibile.