lunedì 13 marzo 2017

Case popolari, a Firenze residenti stranieri con auto di lusso

Sono possessori di auto di lusso, eppure vivono nelle case popolari. Abbiamo notato la stranezza di alcune di queste macchine parcheggiate nei posteggi delle case popolari di via Accademia del Cimento e alcune semplici verifiche, peraltro effettuabili da qualsiasi cittadino, ci hanno dato la certezza che i proprietari abitano proprio negli alloggi Erp.

Nel video che ho fatto (clicca qui per guardarlo) si dimostra come uno di questi veicoli appartenga ad un uomo di origine macedone che risulta essere residente proprio in via Accademia del Cimento. E un altro che risulta nato nella ex Jugoslavia è residente al campo rom fiorentino del Poderaccio. Il cognome di entrambi risulta impresso persino sulla targhetta dei campanelli delle case popolari. 
Si tratta soltanto di un esempio di ciò che accade anche in altri alloggi popolari in tutta la città, un fatto gravissimo perché dimostra la beffa alla quale sono sottoposti tutti i cittadini italiani che rispettano le regole e che ogni anno dichiarano i beni di cui sono in possesso, molti dei quali rimanendo per questo esclusi dalle graduatorie Erp.

A noi danno dei populisti quando chiediamo che le case vengano assegnate prima agli italiani, quelli della sinistra invece, con la scusa di dare gli alloggi a chi ha più bisogno, le consegnano agli immigrati. 
Il Comune non fa i controlli di cui è responsabile e questi sono i risultati. Se gli amministratori del Pd vogliono accogliere la proposta che abbiamo avanzato da anni per rendere irrigidire l'assegnazione agli stranieri, inizi ad agire concretamente in questa direzione. 
Intanto noi di Fratelli d'Italia, al netto della propaganda vuota di molti, abbiamo depositato in Consiglio regionale la legge per aumentare a dieci il numero di anni di residenza in Italia per accettare gli stranieri nelle graduatorie: siamo curiosi di vedere come voterà il Pd a maggioranza renziana.