venerdì 17 marzo 2017

Vertenza Livorno: servono investimenti, il caso subito in Regione

Portare all'attenzione del Consiglio regionale della Toscana le richieste di "Vertenza Livorno" attraverso una specifica seduta della Seconda Commissione in cui dovranno essere anche auditi i rappresentanti del comitato. E' quanto ho chiesto in una lettera indirizzata al Presidente Gianni Anselmi. Nei prossimi mesi si esauriranno le ultime risorse previste per il sostegno economico dei disoccupati e molte famiglie livornesi si troveranno a reddito zero, eppure nessuno, come ha spiegato anche il portavoce cittadino di Fratelli d'Italia Andrea Romiti, a partire dall'amministrazione Nogarin, sta facendo quello che sarebbe necessario per favorire gli investimenti delle aziende, italiane od estere, nessuna delle quali è intenzionata a scommettere su una situazione infrastrutturale senza certezze.
Mancano i progetti a breve e a lungo termine ma a pagare delle mancanze della politica non possono essere le famiglie livornesi, mentre i soldi stanziati dal governo rimangono inutilizzati a causa dell'incapacità nel predisporre strumenti adeguati: per questo chiediamo che si intervenga urgentemente per trovare una soluzione. 
Serve subito una scossa nelle attività portuali attraverso la predisposizione di progetti importanti per rilanciare l'occupazione. Solo agendo in questa direzione si può dare respiro al lavoro. 
Fratelli d'Italia è vicino ai disoccupati, non c'è più tempo per attendere i sonni degli amministratori incapaci.